venerdì 3 maggio 2013

Tutto il mondo fa l'ammmore

Gli Archeologi lo fanno... datato al carbonio 14.
Gli Architetti lo fanno... ortogonalmente.
Gli Avvocati lo fanno... appellandosi.
Gli Astronomi lo fanno... col binocolo.
I Biologi lo fanno... pipettando.
I Biotecnologi lo fanno... ricombinante.
I Chimici lo fanno... periodicamente.
I Diplomatici lo fanno... politically correct.
Gli Economisti lo fanno... statisticamente.
Gli Ecologisti... lo fanno riciclato.
I Farmacisti lo fanno... senza ricetta.
I Filosofi lo fanno... peripateticamente.
I Fisici lo fanno solo... se termodinamicamente favorevole.
Gli Ingegneri Edili lo fanno... costruttivamente.
Gli Ingegneri Chimici lo fanno... cataliticamente.
Gli Ingegneri Informatici lo fanno... HTML.
Gli Ingegneri Meccanici... lo fanno a 4 tempi ( i più rapidi a 2).
Gli Interpreti lo fanno... con la lingua.
I Latinisti lo fanno... "ad libitum".
I Matematici lo fanno... integralmente.
I Musicisti lo fanno... con ritmo.
I Medici lo fanno... diagnosticamente.
I Notai lo fanno... col bollo.
I Registi lo fanno... buona alla prima.
I Politici lo fanno... per il bene dell'elettorato.
I Sessuologi lo fanno... per studio.
Gli ortopedici lo fanno... traumaticamente.
I Vigili lo fanno... a verbale.
Gli zoologi lo fanno... animalesco.

lunedì 8 novembre 2010

I 4 del BioCottonTech ( ex SoffoCotton)

Ornella Gaito : biotecnologa esperta in metabolismo vegetale, ha effettuato numerosi studi sui flavonoidi che hanno avuto numerosi consensi, sopratutto da Bigazzi, che ha così ne determinato la corretta quantità da aggiungere per il "gatto à le follie-bergeres". Si racconta anche che possegga un pollice verde con cui può trasformare ogni cosa che tocca in peperone. Possiede un iPhone su cui c'è un APP con cui riesce ad ottenere cioccolatini gratis.

Stefania Scialla : biotecnologa sulla carta ma ingegnera di fatto, è il cervello calcolatore del gruppo. Le sue doti sono ereditarie : il padre era una calcolatrice, il nonno un abaco. Le leggende su di lei si sprecano : chiamata dal governo a sostituire i supercomputer di Palazzo Chigi, pare che abbia calcolato con un integrale l'area del cervello sottesa dal riporto di Berlusconi, e abbia più volte detto a Tremonti di smetterla di provarci con lei. Con la sua calcolatrice può calcolare la radice di tutte le cose.

Anna Osnato : biotecnologa bioetanol industriale, conosce il cotone in tutte le sue forme grazie alla sua passione per lo shopping. Sa riconoscere con un solo tocco dell'alluce destro ( è il suo segreto), qualunque tipo di tessuto. Per il suo talento è stata sequestrata da piccola da produttori di cotone indiani. è stata liberata quando i rapitori finirono le scorte di alcool che Anna richiede normalmente per lavorare. In quei 10 minuti sviluppò un'insana passione per il Curry che è viene da Anna usato come talco.

Pietro Tedesco : biotecnologo industriale con la passione per la lotta dei cinghiali, è l'elemento più inutile del gruppo. Fa parte del team in quanto conosce bene il lavoro essendo il discendente di una gloriosa stirpe di schiavisti (il nonno era sulla Amistad). Il suo compito è principalmente quello di portare il computer, ma sulla carta è addetto alle relazioni con l'estero in quanto parla correttamente 8 lingue di cui 1 realmente esistente.
Curiosità : è il figlio naturale di Giuseppe e Maria, non nato con l'inseminazione artificiale (come quello là). Il riconoscimento è comunque ancora in corso.

IL BIOCOTTONTECH ALLA CONQUISTA DEL MONTE!

mercoledì 1 settembre 2010

Cose che si possono capire solo alle 3 del pomeriggio in aula computer, Volume I

Tutto il mondo è palese.

Beccalo è l'offesa del momento, ma è meglio non dirlo ad una cornacchia.

La sacca portabottiglie degli zaini, in realtà non serve per le bottigliettedacqua.

Bisogna lasciare stare la Madonna del Tindari.

Damon Lindelof è quello che ha creato Daemon Tools.(aggiungendo solo una "e" a caso)

Non è fine togliersi le scarpe in pubblico al fine di aggiustarsi il calzino.

Wikipedia ha più voci sui personaggi di Lost che sui vincitori di premi Nobel.

I brasiliani hanno le sigarette con la sorpresa.

Le donne con la gonna e i leggins sono sciatte.

Dovrei correggere quello che scrivo.

Secondo Internet la regina di Biancaneve è nella Top20 dei personaggi più cattivi di tutti i tempi.

Ripensandoci, in effetti non ho mai visto la fine di Biancaneve.

lunedì 21 giugno 2010

SPECIALE CINEMA

Dal cascione del Setten, un grande classico :
I PREPARATORI DELL'ACCA PERDUTA
con Harrison Ford e Maccio Capatonda

Primo film della storica trilogia firmata Capatonda, Ford e Liegibastonliegi. Nel 1935 i nhazisti hanno proihbito a tutta Heuropa l'uso dell'acca, lettera da loro ritenuta poco arianah. Indianah Johnes tenta di riconquistarla in uno storihco incontro di pugilismo. Riuscirà Indihana, con l'aiuto del miglior allenatohri di tutti i tempi a riconquistahre l'acca?(ps le acche in questo pezzo sono muteh, quindi nn sono errori di ortografiah. Infatti come tutti shappiamo, l'acca non è mai servita ad una beneamata mazzah!)

venerdì 18 giugno 2010

Nuovissimo Ordinamento: Il Futuro Biotech




Se pensi che "meno funzioni fumiamo cannoni" sia il tuo motto... o vuoi che il futuro riservi "a noi trasformate e a voi cannonate"... oppure che il tuo stile di vita sia "più fatti meno fratti"...
Partecipa anche tu al nuovo programma di orientamento per la laurea magistrale biotech molecolari e industriali, dove puoi trovare docenti di ogni FATTIspecie sempre disponibili per una cannetta ooops per una spiegazione.



giovedì 28 gennaio 2010

Pagelle Partite.

A Cura Di Paolo Zilliani.


Pietro Tedesco: Voto 7½. Se è vero che ad Acerra esiste il termovalorizzatore, allora lui è acerrano doc. Recupera palloni sporchi e parte, li trasforma in tiri che da lontano impensieriscono il suo rivale, il dottor Cannata. Instaura un duello nella partita. Pecca di ubris, ogni tanto involandosi in azioni personali, e chiudendosi sull'esterno. Condottiero

Armando Banco: Voto 7+. Ballerino con il pallone tra i piedi, ogni tanto si avvilisce e lo perde, in alcune azioni sembra Odette nel lago dei cigni. Poi va alla riscossa con tiri pregevoli dalla distanza, da uomo di cristallo si trasforma a Maschio Angioiono, fa salire la squadra e recupera in pressing, aggredisce i portatori e da il la ad azioni importanti: Faro

Fabio Pini: Voto 7-. Maori trapiantato nel napoletano ringhia agli avversari. Spesso indeciso su rimesse laterali e poco lucido in fase d'impostazione. Fà da schermo a centrocampo con interventi ai limiti del legale, colpa della maglietta degli All Blacks, alla stregua di partite di Rugby. Insuperabile sulla sinistra arriva in area e segna. Roccia

Vincenzo Cerciello: Voto 8+. Sarà colpa della Tutino che lo fa vivere in un fermentatore ma dal tempo di latenza allo steady state ci vuole davvero poco. Ci mette poco tempo ad ambientarsi, ma subito prende in mano le redini della difesa. Marca a uomo si muove disinvolto da centrale a terzino, non si tira indietro in un contrasto, da anima, cuore e gambe, alla fine inizia ad impostare gioco. Maestoso.

Umberto Salvatore: Voto 7½. Leva calcistica della classe '88. Gioca col cuore, senza risparmiarsi mai, gioca di testa e senza peccare mai, imposta bene dalle retrovie. Bestemmiatore nato, si impegna sempre anima e corpo e pur chiudendosi a volte in cabina di regia riesce se lucido a trovarsi puntuale all'incontro con la rete. Nulla può la sola forza fisica dell'avversario. Incontenibile.

martedì 19 gennaio 2010

Speciale cinema : ¾ π Sc

Tre Quarti Pigreco Sopra il Cielo
Storia d'amore tra una liceale ed uno sfigatissimo prof. di matematica con una grande passione per le tabelline babilonesi e le vecchie zie omofobiche.
Lui le insegnerà a vedere i numeri immaginari, lei gli insegnerà possibili applicazioni del seno; lui la appassionerà con l'adrenalina del calcolo differenziale, lei gli spiegherà la zoologia del Kamasutra, tra cui le posizioni del coniglio, del bue, dell'ornitorinco, dello stambecco, dello struzzo, della lucertola e soprattutto del castoro, con la testa di lui che entra in un castagno. Decisamente avvincente lìultimo film di Moccia, grazie alla co-regia di Riccardo Schicchi, che ha aggiunto quel tocco in più di qualità che mancava, e alla grande interpretazione di Selen nella parte della nonna ninfomane, che ha aggiunto quel tocco di figa in più che mancava. Da notare anche il cameo di Moccia che dà prova delle sue grandi capacità istrioniche interpretando un sasso. Finalmente, grande cinema.

lunedì 18 gennaio 2010

Setten Réclame

GLI ESAMI TI ASFISSIANO???
IL TEMPO TI SI CONTRAE???
QUESTA FISICA TI PROVA IL FISICO???
IL SETTEN HA QUELLO CHE FA PER TE!!!

L'UNICO, INCOMMENSURABILE POCKET COΦ!!!!!!



L'UNICO CIOCCOLATINO CHE UNISCE LA CARICA DELL'ELETTRONE CON L'ENERGIA DI ESTRAZIONE DEL CIOCCOLATO!

UN PRODOTTO DEL 7N!

martedì 12 gennaio 2010

Complimenti

No niente,ho scritto questo post solo per fare i miei complimenti all'ottimo corpo docente dell'Università,un gruppo di professori tutti preparatissimi e scelti in base a durissime selezioni.

venerdì 6 novembre 2009

AnnOsnato alias BanAnna



Anna Osnato (pseudonimo di Anna Windsor of Cheshire) nasce il 12 maggio 1988 a Holyhead (Galles).Erede legittima al trono di Elisabetta II,la sua nascita suscita l'invidia della principessa Diana che in questa occasione ha dimostrato tutta la sua parte poco nobile. A causa di questi disguidi familiari Anna e la famiglia sono costretti a trasferirsi lontano,e possibilmente in un posto ove non si parli affatto inglese. E la scelta ricade ovviamente su Napoli,dove la famiglia si arriva nell'autunno del 1988 e adotta il cognome Osnato.

Anna è comunque rimasta in ottimi rapporti coi suoi cugini d'oltremanica,infatti quando capita a Londra riesce sempre ad incontrarsi con Harry per una bella bevuta.

Fin dai primi mesi di vita la piccola mostra atteggiamenti dipsomani e votati al “dolce far nulla”,oltre che una spiccata predisposizione all'essere cazzuta. Bimba precocissima inizia a parlare a soli 4 mesi chiedendo con insistenza un latte corretto con Martini. La sua prima frase corretta è stata:”scusatemi,ma che cazzo avete da guardare sempre? perché non la smettete di fare i cazzoni e mi portate un Manhattan? Grazie cari.”

Crescendo la piccola Anna dimostra subito il suo carattere forte e la sua spiccata intelligenza,oltre che una incredubile vena letteraria. Una sua poesia scritta in prima elementare vince il Premio Nobel per la pace nel 1994. La piccola Anna acconsente però a cederlo a Yasser Arafat per attuare una politica di distensione sul medio-oriente. Il Re svedese Carlo XVI Gustavo ammira molto il gesto della piccola che chiede come ricompensa una fornitura a vita di ghiaccio per i suoi cocktail. Il re commosso dalla modesta richiesta della piccola Anna acconsente. Per soddisfare questa richiesta la Svezia è costretta a comprare continui pezzi di Polo Nord e farne cubetti di ghiaccio. La Svezia è stata dichiarata nel 2003 il paese più povero d'Europa.

Nel 2002 il suo commento a “L'Iliade”,vince il Premio Nobel per la letteratura. La Grecia per dimostrarle la sua gratitudine le offre una fornitura vita di olive per i suoi Martini. Oggi,anche la Grecia è un paese del terzo mondo.

Passano gli anni e Anna senza troppo sforzo supera le elementari e le medie,dimostrando una sempre crescente inquietudine e insoddisfazione per la sua vita. Comincia così a frequentare personaggi del mondo dello spettacolo e dell'arte come Quentin Tarantino,Martin Scorsese,Pablo Picasso e sopratutto Charles Baudelaire con cui vivrà un tormentata relazione sentimentale dal 2002 al 2005,quando costui si accorge di essere morto da più di un secolo. Insoddisfatta da tutto il genere umano comincia così ad appassionarsi al gioco The Sims,dove può creare e manipolare la vita virtuale. Insoddisfatta anche dal gioco decide di creare le manipolare la vita lei stessa e si iscrive a Biotecnologie Biomolecolari e Industriali a Napoli nell'estate del 2006 che frequenta con successo con uno sforzo minimo, riuscendo così a trovare il tempo per il suo hobby preferito: lo shopping di titoli azionari.

Nell'estate del 2007 fa un viaggio negli USA,e tra vita mondana e shopping trova anche il tempo di salvare la vita ad un giovane diplomatico di colore che stava gettandosi dal tetto dell'Empire State Building. Anna lo convince a non compire l'estremo gesto,ma a buttarsi in politica invece. Quel giorno stesso Barack Obama si iscrive al Partito Democratico Statunitense.

Anna è attualmente milionaria e vive a Napoli con la sua famiglia. Anna ama molto questa città e la sua squadra di calcio, per la quale ha comprato Hamsik e scoperto il giovane talento Fabiano Santacroce,che prima di giocare per il Napoli era il suo massaggiatore personale.

A lei è dedicata la tribuna VIP dello stadio San Paolo

Pietro Tedesco alias Ibrido di risonanza

Le origini del suddetto,sono assai incerte: secondo lo storiografo Tacito, Pietro nasce in un piccolo villaggio della Cina meridionale, da qui i suoi tratti somatici e l’appellativo Giallo. Secondo Erodoto di Alicarnasso, la nascita di Pietro risale alla Cina contemporanea, in vicende bizzarre; il padre di Pietro di natura giocosa, volendo fare uno scherzo alla moglie che rincasava, la spaventa con un corposo “BUUU“ e la madre esclamò : ” Ho fatto il Giallo!”. La seconda versione risulta essere ancora la più accreditata, documentata da foto e elettroforesi su gel di Agarosio. Il giovane Pietro amerà subito le ideologie anticonformiste e si farà ritrarre a piazza Tienamen solo dinanzi a un carro armato, dichiarando in seguito ”Io ho pagato per entrare”. Si scoprirà in seguito che il carro armato ostruiva il più grande concerto degli Elio e le storie tese. Da qui Pietro comincerà a odiare la tanto amata Cina e si trasferirà ad Acerra, per ritrovare il pathos politico giusto per conclamarsi grande oppositore della destra italiana. Pietro arriverà ad Acerra sotto lo pseudonimo di,O Tedè, per conformarsi alle tendenze filonaziste italiane, come scriverà in “storia di Italia” con Montanelli. Nell’ isola felice acerrana, Pietro vivrà un po’ di tempo in spensieratezza, tra partite a pallone e termovalorizzatori. Qui inizia a conoscere i più grandi e illustri pensatori della cultura acerrana,tra cui o Pannè, O Busiè, Michele o Viecchj e Cuono D'Inverno. Nascerà una grande amicizia, con Cuono, fin quando non sorgerà una diatriba tra i due sorta sull’ etimologia dell’” Accummenzamm”e su come servire i clienti alla "Lanternina" . Pietro è ormai alle corde e decide di andare a Casablanca per rifarsi il culo e affinare i suoi tratti somatici, che lo renderanno simile a Gabriele Paolini, acerrimo nemico di Emilio Fede. Scritturato nel casting di “ Sei forte maestro” come controfigura di Emilio Solfrizzi, nelle scene più pericolose, tra cui si annoverano le scene di sesso estremo con Mara Maionchi che a sua volta era controfigura di Minnie, Pietro verrà scartato a causa dalle dimensione del suo culo quindi dichiarerà “Ѐ solo la fonte del mio genio!”. Per sfogare questa rabbia repressa, decide di accanirsi conto Emilio Fede, dopo milioni e milioni di querele, Pietro si troverà costretto ad espatriare a Liegi, dove tutt’ora il governo italiano chiede l’estradizione. Qui conoscerà l’amore per Stefano Benni, giornalista italiano conforme alle idee politiche del nostro eroe. Pietro partecipa alla stesura de “Il Bar sotto il Mare” dove egli stesso impersonerà il “Cane Nero” e la controfigura di “Beauty Case” (sempre per le dimensioni del suo lato B). Benni attinge da Pietro tutto il sapere ironico, ma il buon Stefano, non lo riconoscerà mai, da qui nasce la profonda delusione di Pietro, che dopo essere caduto in uno stato di profonda depressione si butta tra le calde e robuste braccia del capo Gestapo Marcello La Sala, infiltrato in quel di Liegi, insieme vivranno momenti indimenticabili come lo scambiarsi del doccia schiuma e godere delle vivande tipiche del paese natio del gerarca (Afellinen). Pietro, calmatesi le acque dopo il passaggio di Emilo Fede sul digitale terrestre, decide di ritornare ormai nel bel paese, come dimenticare l’agglomerato di munnezza che infestava il suo bel hinterland e la cosi mastelliana politica italiana, stimolo per cui cacare e continuare a lottare. Prima di uccidere Benni per alto tradimento, scopre che tutto la fortuna di quest’ultimo sia nascosta sull’ isola di Monte Cristo: da qui troverà spunto e forza per ritornare in Italia sotto il nome di “Il Conte”. Pietro conosce ormai momenti di lusso. Ricco e con un titolo nobiliare si abbandona ad una vita lasciva e diventa capocannoniere di tutti i tornei di Acerra e organizzatori degli stessi; in una di queste partite conosce la sua Principessina di Abbasc o Wapon, regno che si estende da via Fondola fino alla stazione, chiamato erroneamente da lui ”Papone”. Ormai Pietro è una personalità di spicco ad Acerra e decide di iscriversi alla facoltà di Biotecnologie Biomolecolari e Industriali, costruita da Bè (cfr. I frequentatori del Setten). Pietro andrà a seguire ogni giorno i corsi, comprerà ogni giorno un paio di jeans nuovi a causa incendi provocati dai suoi chiassosi amici. Pietro su i suoi nuovi compagni d’avventura comincerà a scrivere biografie, grazie alla mai sua sopita vena ironica, ricordiamo quella di John Locke, Beciè, Usbuscy, AnnOsnato, Candy Candy e la Sorella arrapata di Babi.

Hanno detto lui:

Garbi: “esca fuori”

Velotta: “ Lei avrà difficoltà a prendere quest’esame”

Usbuscy: “sei il mio baluardo della cristianità”

AnnOsnato “machecazzovuoinanodimmerda!”

Simona De Franco: ”ah ma quello è Pietro Tedesco”

Risponderà alle masse: ” Mi potrebbe portare altri 2 tarallini??”.